La Bottega di Stigliano
dimensione testo

il progetto

La bottega di Stigliano è uno spazio innovativo dedicato all'alimentazione e all'agricoltura di qualità, un luogo multifunzionale dove acquistare i prodotti degli agricoltori locali, assaporare piatti a "Km 0" e partecipare ad iniziative culturali per approfondire il legame tra ciò che consumiamo e l'ambiente in cui viviamo.

L'obiettivo della bottega è sostenere il consumo e la produzione di cibi locali come elemento centrale della qualità della nostra vita e dello sviluppo del nostro territorio.

La bottega di Stigliano rappresenta l'azione pilota del progetto europeo Rururbal e la sintesi delle strategie messe in campo dalla Provincia di Siena nell'ambito della rete Terre di Siena Filiera Corta.

Il processo di avvio è stato sostenuto dalla Provincia di Siena e dall'Unione dei Comuni della Val di Merse in collaborazione con la Cooperativa di Stigliano, l’Associazione Erbandando e l‘Associazione Produttori della Val di Merse. Le risorse finanziare e tecniche messe in campo dalle due amministrazioni hanno consentito l'allestimento dello spazio e la sua organizzazione in forma sperimentale, con l’obiettivo di stimolare i soggetti coinvolti ad avviare un percorso per la sostenibilità economica e lo sviluppo di forme innovative di gestione.

La scelta di realizzare la bottega nel piccolo borgo medievale di Stigliano si collega alla natura delle riflessioni elaborate in seno al progetto Rururbal. Affacciata sulla piana di Rosia che vive contemporaneamente la presenza di uno dei più grandi poli industriali della provincia e di un ricco patrimonio naturalistico ed archeologico, la bottega rappresenta un presidio della ruralità in dialogo attivo con le spinte della modernità. Il recupero dell'immobile che ospita la bottega rappresenta inoltre un ponte con la tradizione di socialità tipica dei borghi rurali. L'edificio della bottega nasce infatti nel dopoguerra sulla spinta degli abitanti di Stigliano che, riunitisi in Cooperativa, costruirono con i propri mezzi un luogo di incontro e servizio alla comunità.

A partire dalle relazioni di fiducia tra consumatori e produttori di qualità nate sulla piazza del Mercatale di Sovicille, la bottega si propone come motore di sperimentazione di nuove forme di commercializzazione dei prodotti del territorio con l'idea di trasmettere un diverso modo di alimentarsi, fatto di cibi locali, rispettosi dell'ambiente, di ricette semplici per il nostro piacere e la nostra salute. Un gruppo di affiancamento stimola e guida la partecipazione dei cittadini al progetto cercando di valorizzare le diverse competenze e i diversi interessi dei partecipanti.

La bottega di Stigliano è quindi un progetto di cittadinanza intorno al cibo, motore di una nuova dimensione di territorio, di identità sociale e di consumi attenti alla salvaguardia della biodiversità. Il progetto si pone l'obiettivo di creare un ponte culturale che ricongiunga nell'immaginario collettivo città e campagna ricreando il binomio cibo e agricoltura, con il conseguente consumo sostenibile di risorse territoriali. Un laboratorio di idee per la promozione di circuiti positivi di relazioni intorno all'alimentazione, all'agricoltura di qualità, all'artigianato alla salute, alla preservazione della biodiversità, all'arte sociale. Un cantiere che mette in moto diversi punti di vista, nuovi concetti e nuovi modi di stare insieme e di progettare il nostro futuro.